A- A A+

Firmato il decreto per attrarre docenti e ricercatori stranieri

Comunicato stampa del Ministero della pubblica istruzione - Università, firmato decreto ‘visiting' per attrarre docenti e ricercatori stranieri. Agevolati scambi di personale fra università e accordi con atenei esteri.
Agevolare lo scambio di docenti e ricercatori fra atenei, stimolare accordi fra università italiane ed estere per l’istituzione di corsi che rilascino il doppio titolo o un titolo congiunto, attrarre professori e studiosi stranieri in Italia. Sono alcuni degli obiettivi del decreto ‘visiting’ firmato dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Maria Chiara Carrozza. “Il decreto è una semplificazione dei processi di accreditamento chiesta dalle stesse università e valorizza le chiamate di docenti stranieri nei nostri atenei”, spiega il Ministro Carrozza.
Il provvedimento, che riformula un precedente intervento normativo emanato nel 2011, prevede che le università possano stipulare convenzioni per consentire ai loro professori e ricercatori a tempo pieno di svolgere attività didattica e di ricerca presso un ateneo diverso da quello di appartenenza. I due atenei stabiliscono come ripartirsi gli oneri stipendiali del personale coinvolto.
Ma le novità più interessanti riguardano i rapporti con le università estere. Grazie al decreto gli atenei potranno stipulare contratti per attività di insegnamento con docenti e ricercatori di atenei e centri di ricerca stranieri da utilizzare in corsi finalizzati al rilascio di un “titolo congiunto o di un doppio titolo” con una università non italiana. I contratti di questo personale varranno ai fini dell’accreditamento dei corsi. Si potranno anche stipulare contratti di docenza con personale straniero per inserirlo nei normali corsi di studio italiani. Anche in questo caso questi contratti varranno ai fini dell’accreditamento dei corsi universitari. Un intervento che agevola e incentiva le chiamate di personale dall’estero per garantire una sempre maggiore internazionalizzazione dei percorsi di studio e qualificare ancora di più l’offerta degli atenei italiani.

Fonte: http://www.immigrazione.biz/4596.html 30.01.2014

COMPARTILHE
NOTÍCIAS

XI Encontro Nacional da Rede Mir 2015

COMPARTILHE

 Nos últimos anos presenciamos a chegada ao Brasil de mais de 60.000 haitianos, fugindo da miséria e precárias condições provocadas pelo terremoto de 2010. Em 2014, vimos o desembarcar centenas de pessoas, fugindo dos mais variados tipos de perseguições em seus países.

Leia mais...

Rosarno, un morto nella tendopoli dove “in 8 anni non è cambiato niente”

COMPARTILHE

Ennesimo incendio nel ghetto di San Ferdinando, dove in condizioni drammatiche vivono i migranti impiegati nella raccolta delle arance: muore una donna trentenne. In azione la Protezione civile. Appena due settimane fa la denuncia del Medu: “Sono passati otto anni dalla rivolta del 2010 e la situazione nonostante le promesse non è cambiata

Leia mais...
BIBLIOTECA

biblioteca

O CSEM possui uma biblioteca especializada em migrações abrangendo em seu acervo aproximadamente 3 mil livros, periódicos e revistas científicas de vários países. 

Para consultar nossa biblioteca online visite o site da biblioteca e pesquise em nosso acervo.Horário de funcionamento: segunda a sexta-feira, das 9h às 17h


Centro Scalabriniano de Estudos Migratórios - CSEM
SRTV/N Edificio Brasília Radio Center
Conj. P - Qd. 702 - Sobrelojas 01/02
CEP: 70719-900 - Brasília - DF / Brasil
Tel/Fax: +55 (61) 3327 0669
O endereço de e-mail address está sendo protegido de spambots. Você precisa ativar o JavaScript enabled para vê-lo.

twitter   facebook