A- A A+

"No a bimbi in classe". Genitori spostano i figli in un'altra scuola

Il caso in un'elementare di Trani. La vicepreside: “Hanno detto che puzzano e portano malattie”

Bari – 6 ottobre 2014 - “Mi hanno chiesto che io cacciassi i bambini rom perchè, secondo questi genitori che mi hanno detto parole irripetibili, questi bambini portano malattie puzzano e sono sporchi. Al mio rifiuto, hanno deciso di traferire i propri figli, augurandomi di rimanere da sola con i rom”.

É il racconto di Maria Mingrone, vicepreside e docente della scuola elementare Beltrani di Trani, “colpevole” di non fare distinzioni tra i suoi piccoli alunni.

Tutto è iniziato con l'arrivo a scuola di due fratellini di sei e sette anni che vivono in un campo nomadi tra Trani e Bisceglie. Sono seguiti dai servizi sociali, che hanno convinto le famiglie a mandarli tra i banchi. La vicepreside ha deciso di “non farli stare nella stessa classe per evitare che potessero isolarsi”.

I fratellini sono diventati un esempio nel campo, così poco dopo si è iscritto a scuola anche un loro cuginetto, che Mingrone ha accolto nella sua classe insieme a uno degli altri due. A quel punto è scoppiata l'ira dei genitori di quattro loro compagni: “Nonostante vessi tutte le certificazioni sanitarie sono venuti da me come belve inferocite: il primo l'abbiamo accettato, hanno detto, il secondo proprio no”.

La vicepresidente ha cercato di farli ragionare, ma è stato inutile. I genitori hanno ritirato i figli dalla Beltrani e li hanno iscritti in un altro istituto.

“Episodi spiacevoli, che non dovrebbero mai accadere” commenta l'assessore regionale all'Istruzione Alba Sasso. “La scuola deve essere in grado di conciliare esigenze diverse e di far capire ai genitori che la convivenza è necessaria e che , prima di ogni altra cosa, la scuola non si può negare a nessuno”.

Fonte: http://www.stranieriinitalia.it/attualita-bimbi_rom_in_classe_genitori_spostano_i_figli_in_un_altra_scuola_19232.html 06.10.2014

COMPARTILHE
NOTÍCIAS

Danimarca: dati allarmanti sull’integrazione delle donne immigrate nel mercato del lavoro

COMPARTILHE

Donne immigrate da Paesi non occidentali ricevono da anni assistenza dal welfare statale, senza migliorare la propria condizione.

Leia mais...

Italy unveils measures to fast-track legal decisions on asylum-seekers

COMPARTILHE

Special courts in Italy that only hear asylum-seeker appeals are set to issue quick, binding decisions. It takes about two years to navigate the asylum appeals process.

Leia mais...
BIBLIOTECA

biblioteca

O CSEM possui uma biblioteca especializada em migrações abrangendo em seu acervo aproximadamente 3 mil livros, periódicos e revistas científicas de vários países. 

Para consultar nossa biblioteca online visite o site da biblioteca e pesquise em nosso acervo.Horário de funcionamento: segunda a sexta-feira, das 9h às 17h


Centro Scalabriniano de Estudos Migratórios - CSEM
SRTV/N Edificio Brasília Radio Center
Conj. P - Qd. 702 - Sobrelojas 01/02
CEP: 70719-900 - Brasília - DF / Brasil
Tel/Fax: +55 (61) 3327 0669
O endereço de e-mail address está sendo protegido de spambots. Você precisa ativar o JavaScript enabled para vê-lo.

twitter   facebook