A- A A+

Svizzera, bocciato il referendum anti-immigrati

Oltre il 74% di no all’introduzione di nuovi limiti ai flussi di stranieri. Respinta anche la proposta di aumentare le riserve in oro della Banca centrale elvetica

Gli Svizzeri hanno oggi espresso un chiarissimo no all’introduzione di nuovi limiti all’immigrazione straniera: chiamati alle urne hanno infatti rifiutato con il 74,1 % di voti contrari il referendum «stop alla sovrappopolazione» promossa da un gruppo «ambientalista» per la salvaguardia delle ricchezze naturali. Ma gli elettori elvetici hanno anche bocciato con oltre il 59% di no un’iniziativa popolare che chiedeva di abolire i forfait fiscali concessi agli stranieri facoltosi. Respinta anche la proposta di aumentare le riserve in oro della Banca centrale elvetica. 

I sondaggi prima del voto avevano previsto un rifiuto dei tre testi, ma non avevano del tutto escluso l’eventualità di un «Sì» degli elettori sul tema sensibile dell’immigrazione. L’entità della vittoria dei «No» costituisce quindi una sorpresa. L’iniziativa, battezzata «Ecopop», per di più è stata bocciata da tutti i cantoni, Ticino incluso. Un vero «Ecoflop», hanno ironizzato alcuni osservatori. Osteggiato dal governo, il testo chiedeva di limitare l’immigrazione introducendo un articolo costituzionale in base al quale in «Svizzera la popolazione residente permanente non sarebbe potuto crescere a causa dell’immigrazione di oltre lo 0,2 % annuo nell’arco di tre anni» e questo alfine di preservare in modo duraturo le «basi naturali della vita», come il paesaggio e le risorse. 

La Confederazione avrebbe inoltre dovuto investire nella pianificazione familiare volontaria almeno il 10 % delle risorse destinate alla cooperazione allo sviluppo. Dall’inizio dell’anno, è la seconda volta che gli Svizzeri si pronunciano sul tema dell’immigrazione, ma con esiti opposti. Lo scorso 9 febbraio scorso, il 50,3% dei votanti aveva infatti accettato l’iniziativa della destra conservatrice «Contro l’immigrazione di massa», che prevede l’introduzione di tetti contingenti annuali per tutti gli stranieri, compresi i cittadini dell’Ue. 

Sempre oggi gli elettori elvetici hanno respinto con oltre il 61% di No l’iniziativa popolare «Basta ai privilegi fiscali dei milionari». Promossa dal piccolo movimento «La Sinistra», l’iniziativa chiedeva che venisse abolita l’imposizione forfettaria che consente agli stranieri facoltosi che risiedono in Svizzera senza esercitarvi alcuna attività a fini di lucro di pagare le tasse in funzione delle spese e non del reddito. Nel 2012, i ricchi stranieri così tassati erano più di 5.600, per un gettito fiscale totale di 695 milioni di franchi (quasi 580 milioni di euro) ai quali gli Svizzeri non hanno voluto rinunciare. Il 76% vive nei Cantoni di Vaud, Vallese, Ticino e Ginevra. 

Ultimo tema in votazione oggi a livello federale, l’iniziativa popolare «Salvate l’oro della Svizzera» chiedeva tra l’altro di aumentare fino ad almeno il 20% la parte di oro degli attivi della Banca nazionale. Senza esitare, l’elettorato l’ha bocciata con un clamoroso 77,3 % di responsi negativi. 

Fonte: http://www.lastampa.it/2014/11/30/esteri/svizzera-bocciato-il-referendum-antiimmigrati-jTRvZo18DmXY4jIhs7dkQL/pagina.html 01.11.2014

COMPARTILHE
NOTÍCIAS

Política municipal para imigrantes em São Paulo é sancionada na abertura do FSMM

COMPARTILHE

 A abertura da 7a edição do Fórum Social Mundial das Migrações (FSMM), nesta quinta-feira (7) em São Paulo, foi marcada pela sanção do Projeto de Lei 142/2016, que institui a Política Municipal para a População Imigrante. Com isso, a capital paulista se tornou a primeira cidade do país a ter uma lei que visa garantir os direitos dos estrangeiros que nela vivem. 

Leia mais...

Non si può tenere il piede in due scarpe. A proposito di 20 maggio #NessunaPersonaÈIllegale

COMPARTILHE

Milano come Barcellona? Il 20 maggio come il 18 febbraio, quando nella capitale catalana erano scese in piazza oltre 150mila persone, dicendo al governo spagnolo e all’Unione Europea “basta scuse, accoglienza subito” e ”apriamo le frontiere”?

Leia mais...
BIBLIOTECA

biblioteca

O CSEM possui uma biblioteca especializada em migrações abrangendo em seu acervo aproximadamente 3 mil livros, periódicos e revistas científicas de vários países. 

Para consultar nossa biblioteca online visite o site da biblioteca e pesquise em nosso acervo.Horário de funcionamento: segunda a sexta-feira, das 9h às 17h


Centro Scalabriniano de Estudos Migratórios - CSEM
SRTV/N Edificio Brasília Radio Center
Conj. P - Qd. 702 - Sobrelojas 01/02
CEP: 70719-900 - Brasília - DF / Brasil
Tel/Fax: +55 (61) 3327 0669
O endereço de e-mail address está sendo protegido de spambots. Você precisa ativar o JavaScript enabled para vê-lo.

twitter   facebook