A- A A+

Immigrazione, linea dura di Londra: carcere per chi ospita persone senza permesso di soggiorno

Per i proprietari delle case arriverà la possibilità di sfrattare senza sentenza del giudice gli inquilini stranieri illegali. E se non lo fanno rischiano 5 anni di prigione

LONDRA - Si rafforza la linea dura del governo britannico contro i migranti illegali. Il governo di David Cameron ha annunciato nuove misure che colpiranno anche i proprietari delle case nelle quali vivono persone prive di regolare permesso di soggiorno. Per loro si profila la possibilità di avviare una procedura di sfratto anche senza una relativa sentenza dei giudici. E quelli che non lo faranno, rischieranno sino a cinque anni di carcere.

Il provvedimento è stato annunciato dal segretario alle Comunità e governo locale, Greg Clark, il quale ha spiegato che le nuove misure saranno incluse nella prossima Legge sull'immigrazione, con lo scopo di rendere più difficile per i migranti vivere nel Regno Unito dopo che i loro permessi siano scaduti o le loro richieste di asilo siano state respinte. La notizia arriva dopo che Londra ha deciso di finanziare misure di sicurezza straordinarie a Calais, all'imbocco dell'Eurotunnel che attraversa il canale della Manica. Circa cinquemila migranti sono accampati nella zona, nella speranza di riuscire a raggiungere il Regno Unito. Per contrastarli, Londra ha annunciato che aumenterà del numero delle guardie di sicurezza e dei cani addestrati, oltre alle barriere e videocamere di sorveglianza.

Sulla questione Calais, il governo britannico insieme a quello francese ha chiesto poi l'intervento dell'Ue e della comunità internazionale. In una lettera aperta pubblicata sul Telegraph, i ministri dell'Interno di Londra e Parigi sottolineano
che il problema non riguarda solo i loro due Paesi e formulano un appello che va sulla scia di quello lanciato dall'Italia nel pieno dell'emergenza sbarchi a Lampedusa, quando era proprio la Gran Bretagna a opporsi alla ripartizione dei migranti.

Fonte: http://www.repubblica.it/esteri/2015/08/03/news/immigrazione_linea_dura_di_londra_carcere_per_chi_ospita_persone_senza_permesso_di_soggiorno-120342257/ 03.08.2015

COMPARTILHE
NOTÍCIAS

Islam: in Svezia concesso il permesso di effettuare la chiamata per la preghiera in moschea con gli altoparlanti

COMPARTILHE

Gioisce la comunità musulmana di Stoccolma che da marzo potrà effettuare la chiamata collettiva dei fedeli in moschea.

Leia mais...

Zattere improvvisate in arrivo dal Myanmar / Densità della popolazione di rifugiati in aumento

COMPARTILHE

A tre mesi dall’inizio della crisi in Bangladesh, i rifugiati continuano a fuggire dal Myanmar, molti di loro utilizzando metodi sempre più disperati.

Leia mais...
BIBLIOTECA

biblioteca

O CSEM possui uma biblioteca especializada em migrações abrangendo em seu acervo aproximadamente 3 mil livros, periódicos e revistas científicas de vários países. 

Para consultar nossa biblioteca online visite o site da biblioteca e pesquise em nosso acervo.Horário de funcionamento: segunda a sexta-feira, das 9h às 17h


Centro Scalabriniano de Estudos Migratórios - CSEM
SRTV/N Edificio Brasília Radio Center
Conj. P - Qd. 702 - Sobrelojas 01/02
CEP: 70719-900 - Brasília - DF / Brasil
Tel/Fax: +55 (61) 3327 0669
O endereço de e-mail address está sendo protegido de spambots. Você precisa ativar o JavaScript enabled para vê-lo.

twitter   facebook