A- A A+

Legge “anti burqa” in Lombardia: Ferrari (Univ. Insubria), “un’iniziativa un po’ triste che nasconde incapacità di gestire fenomeni complessi”

“Mi sembra un’iniziativa un po’ triste che nasconde l’incapacità di gestire fenomeni complessi con una progettualità costante. È una misura che da un lato limita fortemente la libertà personale, e dall’altro parla alla pancia dei cittadini, creando allarmismi anche laddove non ce ne sono”. Così Alessandro Ferrari, docente di Diritto ecclesiastico e Diritto canonico alla facoltà di giurisprudenza dell’Università dell’Insubria, ha commentato la notizia sulle nuove misure “anti burqa” entrate in vigore in Lombardia. Il provvedimento, voluto dalla maggioranza al Pirellone per ragioni di sicurezza dopo i tragici fatti di Parigi, vieta l’uso del burqa, veli o caschi che impediscano di mostrare il volto negli ospedali e negli uffici pubblici della Regione. “In Italia c’è già una legge che disciplina questa materia e non ha bisogno di regolamenti attuativi – prosegue Ferrari – e prevede già il divieto di circolare con il volto coperto, comprendendo la possibilità di farlo solo per un giustificato motivo, come può essere l’esercizio della libertà religiosa. Inoltre questa misura tende a confondere la differenza fra il riconoscimento e l’identificazione, ignorando che anche se si indossa il burqa si può benissimo essere identificati”.

Fonte: http://agensir.it/quotidiano/2016/1/5/legge-anti-burqa-in-lombardia-ferrari-univ-insubria-uniniziativa-un-po-triste-che-nasconde-incapacita-di-gestire-fenomeni-complessi/ 07.01.2016

COMPARTILHE
NOTÍCIAS

Nuova legge sulla mobilità delle persone in Ecuador, approvazione dell’UNHCR

COMPARTILHE

L’UNHCR accoglie con favore l’adozione di una legge sulla mobilità delle persone da parte dell’Assemblea Nazionale dell’Ecuador. Con questa legge si regolarizza la situazione delle persone in transito, inclusi rifugiati, richiedenti asilo, apolidi e vittime di tratta.

Leia mais...

«Gli hanno tolto i reni e l’hanno lasciato morire». Eritreo sopravvive ai rapitori e racconta il traffico di organi e uomini Leggi di Più: Eritrea: sopravvive e racconta traffico d'organi e uomini

COMPARTILHE

Assalom, intervistato da Avvenire, racconta un anno di torture e abusi nelle mani dei trafficanti di uomini che l’hanno rapito dopo che era riuscito a disertare il regime e scappare dal paese

Leia mais...
BIBLIOTECA

biblioteca

O CSEM possui uma biblioteca especializada em migrações abrangendo em seu acervo aproximadamente 3 mil livros, periódicos e revistas científicas de vários países. 

Para consultar nossa biblioteca online visite o site da biblioteca e pesquise em nosso acervo.Horário de funcionamento: segunda a sexta-feira, das 9h às 17h


Centro Scalabriniano de Estudos Migratórios - CSEM
SRTV/N Edificio Brasília Radio Center
Conj. P - Qd. 702 - Sobrelojas 01/02
CEP: 70719-900 - Brasília - DF / Brasil
Tel/Fax: +55 (61) 3327 0669
O endereço de e-mail address está sendo protegido de spambots. Você precisa ativar o JavaScript enabled para vê-lo.

twitter   facebook