A- A A+

Immigrazione e' in rosa. 2 milioni e 300 mila donne in Italia

A Roma, giornata dedicata al tema della migrazione(di Cristiana Missori).

(ANSAmed) - ROMA, 12 DIC - La migrazione e' donna, come anche l'integrazione e la stabilizzazione del nucleo familiare nel Paese di accoglienza. Sono oltre 2 milioni e 370 mila, le donne immigrate in Italia e la loro presenza si fa sentire anche e, soprattutto, nel tessuto economico. Per questo motivo servono interventi che pongano al centro delle politiche migratorie, proprio loro, le donne. E' questo in sintesi il messaggio lanciato stamani nella prima parte del convegno organizzato a Roma dall'Organizzazione internazionale per la Migrazione (Oim), dal titolo ''Il ruolo delle donne migranti tra cooperazione, co-sviluppo e processi di ricostruzione dei Paesi di origine''. ''Un fenomeno, quello della femminilizzazione delle migrazioni - ha ricordato Cristina Ravaglia, direttore generale Italiani all'estero e Politiche Migratorie del ministero degli Esteri - che dagli anni Sessanta al 2000 non si e' mai attestata al di sotto del 46% e che oggi si aggira attorno al 49% a livello mondiale''. Le donne si radicano e sanno far radicare attorno a se'. ''Sono un elemento di stabilizzazione nel Paese di accoglienza'', sottolinea Ravaglia. E soprattutto lavorano. Lo confermano i dati. ''La crescita dell'occupazione straniera in Italia, ha proseguito Ravaglia, ''non ha mai cessato di aumentare. Le proiezioni per il 2020 parlano di un incremento degli occupati stranieri nel nostro Paese pari al 45%'', afferma il direttore generale. Malgrado la crisi economica abbia colpito l'intero continente europeo e l'Italia in particolare, tra gli stranieri il livello di disoccupazione e' inferiore. ''Per gli uomini si parla di un 5%, mentre per le donne la percentuale e' ancora minore (2%)''. Dati importanti sottolinea Ravaglia, che pero' da soli non bastano. ''Serve infatti una maggiore cooperazione con i Paesi di partenza''. Ma servono anche un cambio di mentalita' e molto coraggio da parte politica, come ha ricordato l'ambasciatore William Lacy Swing, direttore generale dell'Oim. ''Bisogna passare da un concetto di migrazione a un concetto di mobilita'. Bisogna concedere l'opportunita' ai migranti di tenere vivo il legame con il proprio Paese di origine e con quello di accoglienza''.

Piu' coraggio politico dunque, piu' governance e maggiore sostegno ai migranti. Dalla riduzione della tassazione sulle rimesse, come ha fatto l'Italia, ricorda Swing. Infine serve, ha sottolineato Riccardo Migliori, presidente dell'Assemblea dell'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (Osce), ''un nuovo Mediterraneo. Fra 10-15 anni i Paesi della sponda Sud saranno per forza in un nuovo grande contenitore''.

Fonte: http://ansamed.ansa.it/ansamed/it/notizie/rubriche/cronaca/2012/12/12/Immigrazione-rosa-2-milioni-300-mila-donne-Italia_7941244.html 12.12.12

COMPARTILHE
NOTÍCIAS

Governo do Acre teme entrada desenfreada de haitianos no País

COMPARTILHE

Somente nesta sexta-feira, 214 haitianos entraram ilegalmente em Brasileia, município acriano que fica na fronteira com a Bolívia. Damião Borges, funcionário da Secretaria de Justiça e Direitos Humanos do Acre, teme que a facilidade de acesso ao País através das duas pontes que ligam Cobija à Brasileia, em função da falta de fiscalização da Polícia Federal (PF), motive os haitianos que estão no Equador a vir também para o Brasil.

Leia mais...

GLI STRANIERI D’ITALIA TRA DRAMMI E INTEGRAZIONE

COMPARTILHE

Le drammatiche immagini degli sbarchi a Lampedusa, la tragedia di ieri a Catania, lo stillicidio dei dispersi in mare, le facce scoraggiate di coloro che sono ammassati nei centri di accoglienza – tutto questo continua ad alimentare nel nostro paese una visione pressoché solo emergenziale dei migranti.

Leia mais...
BIBLIOTECA

biblioteca

O CSEM possui uma biblioteca especializada em migrações abrangendo em seu acervo aproximadamente 3 mil livros, periódicos e revistas científicas de vários países. 

Para consultar nossa biblioteca online visite o site da biblioteca e pesquise em nosso acervo.Horário de funcionamento: segunda a sexta-feira, das 9h às 17h


Centro Scalabriniano de Estudos Migratórios - CSEM
SRTV/N Edificio Brasília Radio Center
Conj. P - Qd. 702 - Sobrelojas 01/02
CEP: 70719-900 - Brasília - DF / Brasil
Tel/Fax: +55 (61) 3327 0669
O endereço de e-mail address está sendo protegido de spambots. Você precisa ativar o JavaScript enabled para vê-lo.

twitter   facebook